Archivio utente 2021 12 comunicatifirenze . Firenze , Italia

https://avalanches.com/it/florence__ripulita_via_baracchini_grazie_allazione_dei_ministri_volontari_di_s1904268_29_12_2021

Ripulita via Baracchini grazie all’azione dei Ministri Volontari di Scientology

I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Firenze si sono presi cura di una strada cittadina della zona di Novoli, ripulendola a fondo.

Lo scorso 21 dicembre 2021 un gruppo di 16 Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Firenze è entrato in azione a favore del decoro cittadino. Il loro lavoro si è concentrato nella zona di Novoli, in via Baracchini, che hanno ripulito da terra, erbacce e rifiuti vari.

I Ministri Volontari di Firenze non sono nuovi a questo tipo di operazioni, recentemente avevano ripulito un parco pubblico sempre nella zona di Novoli.

Creato da Ron Hubbard per rimediare al decadimento spirituale della società, il gruppo dei Ministri Volontari è diventato una grande forza indipendente di soccorso in tutto il mondo quando il sig. David Miscavige, leader ecclesiastico di Scientology, pubblicò un appello all’azione in seguito a drammatici fatti dell’11 settembre 2001.

Accomunati dal motto “Si può fare qualcosa a riguardo”, da allora sono intervenuti in oltre duecento luoghi nei quali era appena accaduto un cataclisma o un disastro provocato dall’uomo.

Nel 1973, il Fondatore di Dianetics e Scientology L. Ron Hubbard condusse una ricerca sociologica a New York e scoprì una società drammaticamente peggiore di quella che ricordava da anni precedenti. Da tale ricerca previde la direzione presa dalla cultura: flagrante immoralità, violenza per il compiacimento personale e infine politica tramite terrorismo.

Era necessario un modo di aiutare altri a vivere la propria vita e creare il proprio futuro. In risposta, L. Ron Hubbard tracciò i piani di un movimento popolare che potesse instillare di nuovo tali valori nella società fermandone in tal modo il declino: il programma dei Ministri Volontari di Scientology.

Per ulteriori informazioni: https://www.ministrovolontario.it/

Show more
0
4
https://avalanches.com/it/florence__i_ministri_volontari_della_chiesa_di_scientology_di_firenze_donano_il1904267_29_12_2021

I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Firenze donano il sangue

In collaborazione con l’AVIS di Firenze, i Ministri Volontari della Chiesa di Scientology hanno donato il loro sangue presso l’ospedale IOT di Firenze.

Aiutare dove c’è bisogno dovrebbe essere una priorità per tutti, e di sangue ce n’è sempre bisogno. Associazioni come l’AVIS assicurano al sistema sanitario nazionale una costante disponibilità di prodotti ematici, mettendo gli ospedali in grado di rispondere alle emergenze che si presentano.

I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology non mancano mai di contribuire alla missione dell’AVIS, con cui collaborano ormai da molti anni. Durante i giorni precedenti al Natale, numerosi Ministri Volontari fiorentini hanno donato il proprio sangue presso la sede AVIS dell’ospedale IOT. Anche in altre città italiane, negli stessi giorni, i Ministri Volontari delle chiese di Scientology locali hanno risposto alla chiamata dell’AVIS.

Ron Hubbard per rimediare al decadimento spirituale della società, il gruppo dei Ministri Volontari è diventato una grande forza indipendente di soccorso in tutto il mondo quando il sig. David Miscavige, leader ecclesiastico di Scientology, pubblicò un appello all’azione in seguito a drammatici fatti dell’11 settembre 2001.

Accomunati dal motto “Si può fare qualcosa a riguardo”, da allora sono intervenuti in oltre duecento luoghi nei quali era appena accaduto un cataclisma o un disastro provocato dall’uomo.

Nel 1973, il Fondatore di Dianetics e Scientology L. Ron Hubbard condusse una ricerca sociologica a New York e scoprì una società drammaticamente peggiore di quella che ricordava da anni precedenti. Da tale ricerca previde la direzione presa dalla cultura: flagrante immoralità, violenza per il compiacimento personale e infine politica tramite terrorismo.

Era necessario un modo di aiutare altri a vivere la propria vita e creare il proprio futuro. In risposta, L. Ron Hubbard tracciò i piani di un movimento popolare che potesse instillare di nuovo tali valori nella società fermandone in tal modo il declino: il programma dei Ministri Volontari di Scientology.

Per ulteriori informazioni: https://www.ministrovolontario.it/

Show more
0
1
https://avalanches.com/it/florence__sono_iniziate_le_lezioni_di_mondo_libero_dalla_droga_nelle_scuole_pis1904266_29_12_2021

Sono iniziate le lezioni di Mondo Libero dalla Droga nelle scuole Pisane

La scuola Fibonacci inaugura il programma di prevenzione sulla droga promosso dal Comune di Pisa

La droga non ha mai cessato di essere un problema di rilevanza nazionale, neanche durante i momenti più duri della pandemia. E i volontari dell’Associazione Mondo Libero dalla Droga non hanno mai cessato di informare i giovani sui pericoli delle droghe, diffondendo in ogni modo possibile il loro materiale informativo.

A dicembre 2021 è nata una collaborazione a dir poco preziosa con il Comune di Pisa, che ha introdotto la campagna informativa di Mondo Libero dalla Droga nelle scuole pisane. La prima scuola ad implementare il programma di prevenzione è stata la media inferiore Fibonacci, dove i volontari hanno tenuto lezioni informative alle classi terze.

Le lezioni, di due ore ciascuna, si basano sul materiale informativo cartaceo e multimediale di Mondo Libero dalla Droga, prodotto negli USA e tradotto nelle principali lingue di tutto il mondo. Le lezioni coinvolgono gli studenti con frequenti interazioni, portandoli a comprendere il perché un giovane possa iniziare ad assumere sostanze tossiche, analizza il meccanismo di come ne rimane schiavo, fa comprendere i danni fisici e mentali a cui va incontro.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
1
https://avalanches.com/it/florence__volontari_antidroga_in_piazza_dei_miracoli_i_volontari_di_mondo_liber1904197_29_12_2021

Volontari antidroga in Piazza dei Miracoli

I volontari di Mondo Libero dalla Droga hanno distribuito centinaia di opuscoli informativi sulla droga ai cittadini pisani e ai turisti in Piazza dei Miracoli.

Lo scorso 11 dicembre i volontari dell’associazione internazionale “Mondo Libero dalla Droga” si sono ritrovati a Pisa, in Piazza dei Miracoli, allo scopo di distribuire materiale informativo sui pericoli delle droghe.

È, ancora oggi, importante informare sui pericoli delle droghe dato che il consumo di sostanze stupefacenti non accenna a diminuire. Provate a chiedere a un bambino di 10 anni, che abbia anche una vaga idea su cosa sia una droga, se nel futuro vuole diventare un tossicodipendente: il 100% dei bambini vi risponderà “No!”. Ma è un dato di fatto che (da uno studio del San Raffaele di Milano) il 42% dei giovani tra i 14 e i 25 ha fatto uso di droga almeno una volta nella vita, il 32% ne aveva fatto uso nell’ultimo mese e il 25% si è ubriacato nell’ultimo mese.

Quindi, cosa succede tra i 10 anni e l’adolescenza? Come mai così tanti ragazzi cambiano punto di vista sulle droghe?

Questo è il motivo che spinge i volontari di Mondo Libero dalla Droga ad andare per le strade e le piazze di tutta Italia per informare i giovani e gli adulti, in quanto genitori. Un ragazzo ben informato sui pericoli delle droghe, il che corrisponde in genere a un ragazzo cresciuto in una famiglia dove si affronta l’argomento in modo serio e documentato, molto difficilmente sarà tentato di provare sulla propria pelle l’effetto di sostanze tossiche stupefacenti.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga, si abusi di alcool o di farmaci.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione”. Questo è il principio su cui si basano le azioni dei volontari di Mondo Libero dalla Droga: educare i giovani per salvare le loro vite.

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
2
https://avalanches.com/it/florence__inalanti_e_sciroppo_per_la_tosse_droghe_disponibili_ovunque_lo_sciro1904196_29_12_2021

Inalanti e sciroppo per la tosse: droghe disponibili ovunque

Lo sciroppo per la tosse può essere abusato come una droga, ugualmente ci si può sballare con altre sostanze inalanti comunemente presenti nelle bombolette spray che abbiamo in casa.

Se ci sono adolescenti o bambini nella tua famiglia, è vitale per te conoscere i farmaci che potrebbero essere tentati di “provare”: inalanti e medicine per la tosse.

Gli inalanti sono disponibili ovunque. In una casa normale, risulta persino difficile mettere sotto chiave tutte le sostanze che potrebbero essere inalate per “sballarsi”: ciò significherebbe che ogni lattina di panna montata, solvente o correttore dovrebbe essere nascosta. Ogni pennarello, smacchiatore, bomboletta di vernice spray o spolverino per computer. La benzina nel tosaerba e il diluente per vernici nel capannone: tutto quanto. Anche lacca per capelli!

Come genitore, può essere molto difficile immaginare che i ragazzi siano così folli da inalare intenzionalmente queste sostanze. Ma lo fanno! E la cosa terribile degli inalanti, oltre alla possibilità di danni fisici e dipendenza, è che possono uccidere un ragazzo la prima volta che li prova.

L'altra possibilità è rappresentata dalle medicine per la tosse. Molti sciroppi contengono una sostanza calmante come la codeina o la prometazina, sostanze che possono essere abusate come vere e proprie droghe se abusate.

Per capire come questo possa accadere, c'è la storia emblematica di una giovane attrice di New York che si è quasi uccisa durante il liceo e il college a causa del suo continuo abuso di medicine per la tosse. Ecco il link: https://www.huffpost.com/entry/cough-syrup-addiction_b_5439076

L’articolo racconta la sua storia: l'abitudine di provare una sostanza dopo l'altra, culminata nel consumo costante di medicine per la tosse, aveva rovinato la sua vita.

È così che inizia la dipendenza per la maggior parte delle persone: dopo un po’ di esitazione, si prova e si sperimenta qualche beneficio o sollievo che sembra derivare dall'uso della droga stessa. C’è chi si sente più a suo agio, chi non è più timido, chi non sente più l'ansia o chi non si sente più inferiore agli altri quando è fatto.

Ma pochissime persone usano una sola droga per tutta la vita, senza mai passare a qualcos’altro. Come la ragazza dell’articolo, molte persone iniziano con l'alcol che è legale e culturalmente accettato, o magari con la marijuana che molte persone ritengono innocua "perché viene data alle persone malate". Da queste sostanze si passa poi alle droghe da strada o ad altre sostanze come lo sciroppo per la tosse.

Per salvare le vite delle future generazioni, è necessario far sì che le ragazze non si droghino in primo luogo. Per ottenere questo è necessaria una campagna di informazione capillare e precoce, che parta dalla scuola dell’obbligo.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga, si abusi di alcool o di farmaci.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
3
https://avalanches.com/it/florence__i_genitori_devono_parlare_ai_figli_dei_pericoli_della_marijuana_patr1904195_29_12_2021

I genitori devono parlare ai figli dei pericoli della marijuana?

Patrick Kennedy raccomanda ai genitori di non trascurare la dipendenza dei loro figli dalla marijuana, che molti considerano erroneamente innocua

I genitori di oggi possono essere terribilmente confusi sull'opportunità o meno di insistere che i loro figli stiano lontani dalla marijuana. Potrebbe essere difficile spiegare a un adolescente curioso il motivo per cui un medico potrebbe raccomandare la marijuana a una persona malata, mentre lui non può usarla. Potrebbe essere difficile, ma potrebbe essere una delle lezioni più importanti che tu abbia mai insegnato ai tuoi figli.

L'ex membro del Congresso USA Patrick Kennedy ha espresso alcuni punti molto positivi nel suo articolo pubblicato su USA Today, intitolato "Legalizing Pot Endangers Children" (“Legalizzare la marijuana mette in pericolo i ragazzi”). Ecco un paio di citazioni da quell'articolo:

“Ultimamente si è parlato molto di marijuana. Si discute sulle entrate fiscali, sui benefici per la salute, sulla riduzione della violenza e sulla libertà individuale. Ma un problema è andato completamente perso nella discussione: il cervello in via di sviluppo dei nostri figli. L’industria sa che deve puntare sui giovani per ottenere profitto. Il motivo è che, se non inizi a usare nessuna droga entro i 21 anni, difficilmente lo farai mai...”

Inoltre: “La marijuana di oggi non ha niente a che vedere con la marijuana sperimentata dalla maggior parte dei figli del boom economico. Quella di ora è una droga del tutto diversa. Quindi non sorprende che il Dipartimento della Salute USA abbia riferito l'anno scorso che la marijuana è il motivo più frequente principale per cui i ragazzi sono nei centri di recupero per tossicodipendenti. È per questo motivo che ho ricevuto lettere da innumerevoli genitori: famiglie che ora sono senza un soldo perché hanno dovuto spendere i fondi, che avevano messo da parte per l’università dei loro figli, per disintossicarli da una droga che loro stessi pensavano fosse innocua. È per questo motivo che sento sempre più storie di tossicodipendenti in fase di recupero che dicono: ‘Tutto è iniziato con l'erba…’"

È difficile decifrare la verità in mezzo a tutte le pressioni per la legalizzazione della marijuana, o per la marijuana medica, che sono attualmente in corso. Vanno apprezzati gli sforzi per chiarire questi punti ai genitori, fatti da Patrick Kennedy che ha dovuto lottare a causa della sua stessa tossicodipendenza.

Quindi, che la droga in questione sia legale o illegale, come impedire che i giovani corrano il rischio di diventare tossicodipendenti? È necessaria una prevenzione capillare e precoce che informi i ragazzi sui pericoli delle droghe.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
9
https://avalanches.com/it/florence__le_prescrizioni_di_antidolorifici_possono_portare_alla_dipendenza_mol1903574_15_12_2021

Le prescrizioni di antidolorifici possono portare alla dipendenza

Molte persone a cui vengono prescritti antidolorifici oppioidi ne diventano dipendenti e alcuni, terminata la prescrizione medica, passano a ciò che di più simile c’è sul mercato illegale: l’eroina.

Sono molto frequenti, in questi ultimi anni, le notizie riportate dai media sull’abuso di antidolorifici da prescrizione. Questo è sia un bene che un male: è un male perché significa che l’abuso è molto diffuso, ma è un bene perché sempre più persone stanno diventando più consapevoli che c’è un problema sociale da risolvere. Se le persone sono più consapevoli, saranno anche in grado di proteggere i loro cari dall’abuso di antidolorifici.

Gli antidolorifici più diffusi vengono definiti “oppioidi” perché si tratta di sostanze chimiche molto simili all’eroina e alla morfina. Gli antidolorifici oppioidi più comuni sono Morfina, Fentanyl, Codeina, Ossicodone, Vicodin, Metadone e molti altri.

Negli USA, secondo il National Survey on Drug Use and Health, l'abuso di eroina è in aumento. Ma non tutti i nuovi eroinomani sono i classici tossici che cominciano con la marijuana o l’alcool: molti di loro provengono dall’abuso di antidolorifici.

Per molti, il problema della tossicodipendenza è iniziato con gli antidolorifici. Forse a un paziente sono stati prescritti antidolorifici dal dentista, oppure in seguito a un infortunio o un intervento chirurgico. E probabilmente, un giorno che il dolore non passava, quel paziente ha preso una pillola o due in più del necessario. Quando poi ha provato a tornare alla quantità prescritta, ha scoperto che “aveva bisogno” di pillole anche se il dolore era ormai passato. E quando le pillole erano terminate, non si sentiva così bene. È quindi tornato dal dottore, gli ha detto mentendo che il dolore persisteva e si è fatto prescrivere più pillole.

Per alcuni, il loro uso è diventato cronico e gradualmente sono diventati incapaci di affrontare la vita con successo, perché tutta la loro vita ora gira intorno al procurarsi le pillole di cui hanno assolutamente bisogno per “funzionare”.

Se a un certo punto il medico non prescrive più le pillole, l’unica soluzione è ricorrere al mercato illegale: alcuni spacciatori vendono Fentanyl o Vicodin, altri spacciano la classica eroina, sicuramente più economica. Sulle prime pagine dei giornali di provincia si legge spesso della morte di un giovane drogato eroinomane. Ma nessun media pubblica alcuna notizia quando l’overdose uccide una casalinga, un professionista, un operaio: nessuno racconta la loro storia.

Secondo un articolo dell'Huffington Post, moltissimi soldati di ritorno dalle missioni all’estero, circa il 15%, soffrono di dolori cronici e assumono antidolorifici oppiacei. Molti di questi soldati possono involontariamente cadere nella stessa trappola che porta le persone a fare uso di eroina.

Non ci vuole molto tempo perché il corpo si adatti alla presenza di oppiacei o oppiacei. Un certo grado di dipendenza fisica può svilupparsi anche solo dopo pochi giorni di “terapia narcotica”.

Che la droga in questione sia legale o illegale, come impedire che i giovani corrano il rischio di diventare tossicodipendenti? È necessaria una prevenzione capillare e precoce che informi i ragazzi sui pericoli delle droghe.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
11
https://avalanches.com/it/florence__il_passaggio_dalle_droghe_legali_o_leggere_alleroina_nessuno_cominci1903573_15_12_2021

Il passaggio dalle droghe legali o leggere all'eroina

Nessuno comincia a iniettarsi l’eroina senza prima essere passato da altre droghe: la stragrande maggioranza degli eroinomani ha cominciato con marijuana o alcool.

Probabilmente la ragione migliore per impedire ai giovani di iniziare a fare uso di droghe legali o leggere (alcol, tabacco e marijuana) è per la facilità con cui potrebbero passare a usare droghe letali come l'eroina.

Ecco cosa ha dichiarato un ex tossicodipendente appena uscito da un programma di riabilitazione: "L'uso della marijuana ha aperto la porta ad altre droghe, ad altre persone, ho smesso di preoccuparmi della vita. Ho smesso di andare a scuola. Non avevo più obiettivi. Mi hanno fatto conoscere l'eroina, la cocaina. E ho iniziato a usarle".

Eccone un altro: “Ho iniziato a fumare erba per inserirmi nel gruppo. E sembrava che tutti si stessero divertendo! Mi avevano detto che ‘nessuno è morto per aver fumato erba’. Così l'ho fatto, poi sono passato alla cocaina e all’eroina, e la mia vita è andata in rovina".

Nessuno può descrivere questa transizione meglio di una persona che l'ha vissuta. Ma ovviamente è difficile spiegarlo a un adolescente o un giovane adulto che vuole fare ciò che fanno i suoi amici, che sembrano divertirsi molto mentre lo fanno.

I risultati di una ricerca dell'Università dello stato di Washington riporta: "Due risultati chiave includono il continuo aumento delle patologie e della mortalità dovute all'eroina, nonché l'aumento della disponibilità e delle conseguenze delle metanfetamine".

Questa è una delle ragioni principali per cui è così importante tenere d'occhio i ragazzi, quelli che potrebbero non aver preso una decisione ragionata e razionale riguardo all'uso di droghe. Se mostrano segni di stare abusando di alcool o marijuana, la cosa più intelligente da fare è aiutarli a smettere subito prima che siano tentati o invitati a passare a eroina, cocaina, droghe sintetiche o altre sostanze che possono minacciare la loro vita.

Per salvare le vite delle future generazioni, è necessario far sì che le ragazze non si droghino in primo luogo. Per ottenere questo è necessaria una campagna di informazione capillare e precoce, che parta dalla scuola dell’obbligo.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga, si abusi di alcool o di farmaci.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
2
https://avalanches.com/it/florence__i_motivi_per_cui_la_marijuana_non_innocua_la_marijuana_definita_co1903572_15_12_2021

I motivi per cui la marijuana non è innocua

La marijuana, definita come “droga leggera”, o addirittura una “non droga”, è una sostanza che mette a serio rischio la vita di milioni di persone ogni giorno. I suoi effetti non vanno affatto sottovalutati.

Se credi a tutti gli attivisti che promuovono la marijuana medica o la cannabis ricreativa, sentirai dire che si tratta della più benefica delle sostanze. In alcuni stati degli USA è legale per uso medico, e in altri anche per uso ricreativo. Ma quanto può essere dannosa la marijuana? In fondo si tratta sempre di una droga che ha degli effetti sulla mente, oltre che sul corpo.

Un recente studio rileva che, quando si tratta di guidare, l'uso di marijuana incrementa più del doppio le probabilità di avere un incidente. Lo studio è pubblicato su Epidemiological Review. Se poi il consumatore di marijuana avesse anche bevuto, le probabilità di un incidente sono ancora maggiori. Negli ultimi anni, la tendenza universale tra i consumatori di droga va verso la poliassunzione, cioè il consumo di più di una droga alla volta.

Gli autori dello studio su Epidemiologic Review hanno notato che più di 10 milioni di americani hanno guidato sotto l'influenza di droghe illecite durante l'anno precedente al sondaggio, e che i test sui conducenti che muoiono in un incidente stradale rilevano che Il 28% risulta positivo a droghe diverse dall'alcol: la marijuana è al primo posto nella lista.

I ricercatori hanno anche valutato altri studi svolti in altre nazioni, concludendo che dopo l'uso di marijuana le capacità di guida sono gravemente compromesse almeno per le tre o quattro ore successive.

I risultati di questo studio gettano una luce un po' diversa sull'immagine innocua della marijuana, propagandata da coloro che sostengono la depenalizzazione o l'uso medico della droga.

Inoltre, il Rapporto mondiale sulla droga 2011 dell'Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine, rileva un numero significativamente crescente di persone che si sottopongono a riabilitazione per l'uso di marijuana. Circa un terzo ha meno di 18 anni. Più della metà sono studenti e più della metà ha iniziato a usare marijuana quando aveva 14 anni o anche prima. Un terzo di loro ha iniziato tra i 15 ei 17 anni.

Forse questo può essere dovuto, almeno in parte, al fatto che la cannabis coltivata dai trafficanti di droga oggi è molto più forte rispetto ai decenni passati, alcuni dicono quasi il doppio.

In Europa, tra i giovani (15-19 anni) in corso di riabilitazione, l'83% ha riferito che la droga principale con cui avevano problemi era la cannabis. La maggior parte dei consumatori di cannabis ha segnalato anche l'uso di una seconda droga, solitamente alcol o cocaina.

Nei test di guida, la marijuana ha dimostrato di causare i seguenti problemi di capacità e di giudizio:

· Aumento dei tempi di reazione

· Diminuzione delle prestazioni di guida dell'auto

· Sonnolenza

· Ridotta coordinazione motoria

· Ridotta attenzione alla guida

· Ridotta capacità di stimare il tempo e la distanza.

Negli Stati Uniti, più di 22 milioni di persone usano una droga illecita ogni mese, con la marijuana in testa alla classifica. Più di due milioni di persone iniziano a usare marijuana negli Stati Uniti ogni anno. In tutto il mondo, tra 150 e 270 milioni di persone fanno uso di droghe, di cui circa tre quarti usano cannabis. Ci sono milioni di conducenti con problemi di salute legati all’abuso di marijuana.

Vanno aggiunte molte altre persone, dipendenti dalla marijuana, impiegate in lavori che richiedono tempi di reazione e percezione accurati, inclusi operai edili, meccanici ed elettrici, medici, infermieri, personale di supporto aeroportuale, capitani di navi, vigili del fuoco e forze dell'ordine, solo per citarne alcuni.

Come prevenire che i giovani comincino ad abusare di alcool in primo luogo? Il modo migliore è la prevenzione tramite l’informazione, che deve necessariamente cominciare dalla prima adolescenza.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga, si abusi di alcool o di farmaci.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione”. Questo è il principio su cui si basano le azioni dei volontari di Mondo Libero dalla Droga: educare i giovani per salvare le loro vite.

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
5
https://avalanches.com/it/florence__labuso_di_alcool_tra_i_minorenni_molti_ragazzi_bevono_molto_di_pi_d1902958_02_12_2021

L’abuso di alcool tra i minorenni

Molti ragazzi bevono molto di più di quanto non pensino gli adulti: si tratta di un comportamento che non solo mette a rischio la loro salute, ma li può persino portare a provare altre droghe.

Nonostante le leggi, nonostante il fatto che molti genitori mettano in guardia i propri figli dall'uso di alcool quando sono minorenni, la stragrande maggioranza dei nostri adolescenti beve alcoolici. E cominciano a bere sempre più presto.

Ecco un fatto che molti genitori potrebbero non sapere: la metà dell’alcool in commercio viene acquistato da bevitori minorenni o da coloro che bevono in modo eccessivo. Lo afferma la “Partnership for Drug-Free Children”. Il consumo di alcool da parte dei minorenni rappresenta il 20% dell'alcool venduto, il consumo eccessivo di alcool rappresenta un altro 30%.

È probabile che molti genitori non si rendano conto che i loro figli abbiano cominciato a bere regolarmente alcool, dato che molti ragazzi tendono a farlo solo quando sono in giro con i loro coetanei.

Essere genitori al giorno d’oggi significa essere costantemente vigili, per individuare qualsiasi abuso di droghe o alcool da parte dei figli. Questa responsabilità include l’assicurarsi che i figli comprendano i danni che possono derivare dal bere alcool o dall'usare di droghe: danni immediati, danni a lungo termine, danni derivati dal passaggio ad altre droghe.

Come prevenire che i giovani comincino ad abusare di alcool in primo luogo? Il modo migliore è la prevenzione tramite l’informazione, che deve necessariamente cominciare dalla prima adolescenza.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga, si abusi di alcool o di farmaci.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione”. Questo è il principio su cui si basano le azioni dei volontari di Mondo Libero dalla Droga: educare i giovani per salvare le loro vite.

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
16