Tutti i post degli utenti comunicatifirenze . Firenze , Italia

https://avalanches.com/it/florence_la_produzione_di_oppio_in_afghanistan_cosa_successo_alla_produzione2049170_19_05_2022

La produzione di oppio in Afghanistan

Cosa è successo alla produzione di oppio negli ultimi 21 anni in Afghanistan? Ci saremmo aspettati una diminuzione, e invece…

Nel 2001 gli USA hanno occupato militarmente l’Afghanistan. I Talebani hanno resistito in alcune aree ristrette, con limitate possibilità di comunicazione e approvvigionamento. Era ragionevole aspettarsi che la produzione di oppio, relegata in remote valli sotto il controllo talebano, sarebbe crollata.

Invece, dal 2001 ad oggi, le coltivazioni di oppio sono aumentate del 340%. Gli Usa hanno speso quasi di 9 miliardi di dollari per arginare la coltivazione di papavero, evidentemente senza risultati. Non era certo uno fra gli obiettivi prioritari, gli USA erano lì per la lotta la terrorismo. Ma qualsiasi cosa sia stata fatta, avuto esito contrario agli intenti.

Sono stati dati 1,4 miliardi per lo sviluppo delle coltivazioni sostitutive come grano o zafferano, ma il sospetto e che questi soldi siano in qualche modo andati a finanziare i Talebani e molte altre organizzazioni dedite al traffico di stupefacenti. Anche la Gran Bretagna ha tentato di sopprimere le coltivazioni di oppio, ma con risultati fallimentari.

L’effetto finale è che negli ultimi 20 anni il pianeta è stato inondato da oppiacei di ogni genere, da quelli illegali a quelli legali: c’è stato infatti un aumento enorme delle morti per overdose di eroina, fentanyl e molti altri derivati legali e illegali dell’oppio.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
1
https://avalanches.com/it/florence_gli_effetti_della_legalizzazione_della_marijuana_in_colorado_a_livell2049169_19_05_2022

Gli effetti della legalizzazione della marijuana in Colorado

A livello planetario c’è una forte spinta per legalizzare la cannabis. Ma dato che è stata ormai legalizzata in Colorado da parecchi anni, perché non dare un’occhiata a cosa è successo?.

Ormai dal 2014 la marijuana si può acquistare e fumare liberamente in Colorado. Quali sono stati gli effetti dal punto di vista sanitario?

Uno studio pubblicato sul sito del “National Center for Biotechnology Information”, a cura del dott. Brad Roberts, ha analizzato dal punto di vista medico scientifico gli effetti sulla salute della popolazione del Colorado. Ecco, in sintesi, i risultati.

La legalizzazione della cannabis ha portato a notevoli conseguenze sulla salute, in particolare per i pazienti nei reparti di emergenza e negli ospedali del Colorado. I più preoccupanti includono la psicosi, il suicidio e l'abuso di altre sostanze.

Gli effetti deleteri sul cervello includono decrementi nel complesso processo decisionale, che potrebbero non essere reversibili con l'astinenza. Sono stati documentati aumenti degli incidenti mortali automobilistici, effetti avversi sui sistemi cardiovascolari e polmonari, esposizioni involontarie pediatriche, contaminanti di cannabis che espongono i consumatori ad agenti infettivi, metalli pesanti e pesticidi e ustioni da olio di hashish durante la preparazione di concentrati di droghe.

Inoltre, i lavoratori dei negozi di cannabis, senza alcuna formazione medica, danno consigli medici che potrebbero essere dannosi per i pazienti.

Vista l'esperienza del Colorado, gli altri stati dovrebbero valutare attentamente se e come depenalizzare o legalizzare l'uso non medico della cannabis.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
1
https://avalanches.com/it/florence_ministri_volontari_di_scientology_sanificano_la_moschea_di_castelfior2049168_19_05_2022

Ministri Volontari di Scientology sanificano la moschea di Castelfiorentino

I ministri volontari della Chiesa di Scientology di Firenze sono intervenuti per sanificare la moschea di Castelfiorentino

Sabato 14 maggio 2022 un gruppo di Ministri Volontari della Chiesa di Scientology di Firenze sono entrati in azione per contribuire alla campagna internazionale di prevenzione (#StayWell) organizzata per ridurre gli effetti della pandemia globale.

La campagna di prevenzione della Chiesa di Scientology è fondata sulla distribuzione di risorse informative (materiale cartaceo e video) e sull'igienizzazione per mezzo della nebulizzazione del decontaminante Decon 7.

Il D7 (Decon 7) è una potente soluzione brevettata di decontaminazione e pulizia che neutralizza contaminanti biologici e chimici. Il D7 è stato utilizzato in tutte le Chiese di Scientology del mondo per prevenire la diffusione del Coronavirus. I ministri volontari della Chiesa di Scientology negli ultimi due anni si sono impegnati nella prevenzione del contagio aiutando enti governativi e religiosi a sanificare i propri locali attraverso il D7, al fine di rendere le loro strutture più sicure.

Mentre lo scorso aprile i Ministri Volontari erano intervenuti nella moschea di Figline Valdarno, questa volta la sanificazione è stata svolta nella moschea di Castelfiorentino, in Val d’Elsa. Ad accogliere l’arrivo dei ministri volontari era presente un gruppo di fedeli musulmani che hanno cordialmente accolto i volontari all’interno della struttura.

I ministri volontari sono stati ricevuti con cordialità e simpatia dai rappresentanti della moschea, che hanno offerto loro il classico tè arabo e un ottimo e abbondante couscous tipico marocchino, molto apprezzato dal gruppo di volontari!

L’intervento di sanificazione, eseguito nel rispetto delle regole del luogo di preghiera, ha incluso tutti i locali della moschea.

In occasione dell’incontro i ministri volontari hanno distribuito ai membri delle moschee l’opuscolo della campagna #StayWell: "Come mantenere se stessi e gli altri in buona salute", e anche il libretto “La Via della Felicità”.

Il programma dei ministri volontari, creato a metà degli anni Settanta da L. Ron Hubbard e patrocinato dalla Chiesa di Scientology come servizio religioso sociale, oggi costituisce una delle più ampie e visibili forze di soccorso indipendenti a livello internazionale.

Creato da Ron Hubbard per rimediare al decadimento spirituale della società, il gruppo dei Ministri Volontari è diventato una grande forza indipendente di soccorso in tutto il mondo quando il sig. David Miscavige, leader ecclesiastico di Scientology, pubblicò un appello all’azione in seguito a drammatici fatti dell’11 settembre 2001.

Accomunati dal motto “Si può fare qualcosa a riguardo”, da allora sono intervenuti in oltre duecento luoghi nei quali era appena accaduto un cataclisma o un disastro provocato dall’uomo.

Nel 1973, il Fondatore di Dianetics e Scientology L. Ron Hubbard condusse una ricerca sociologica a New York e scoprì una società drammaticamente peggiore di quella che ricordava da anni precedenti. Da tale ricerca previde la direzione presa dalla cultura: flagrante immoralità, violenza per il compiacimento personale e infine politica tramite terrorismo.

Era necessario un modo di aiutare altri a vivere la propria vita e creare il proprio futuro. In risposta, L. Ron Hubbard tracciò i piani di un movimento popolare che potesse instillare di nuovo tali valori nella società fermandone in tal modo il declino: il programma dei Ministri Volontari di Scientology.

Show more
0
1
https://avalanches.com/it/florence__le_prescrizioni_di_antidolorifici_sono_troppo_frequenti_e_possono_por1907079_17_02_2022

Le prescrizioni di antidolorifici sono troppo frequenti e possono portare alla dipendenza

Negli USA, i morti per abuso di antidolorifici hanno ormai superato quelli per incidenti stradali: è più probabile che un americano muoia per overdose di farmaci, che alla guida di un veicolo.

Nel corso degli ultimi decenni, abbiamo assistito a un incremento esponenziale delle prescrizioni di antidolorifici da parte dei medici negli Stati Uniti. Farmaci come l'idrocodone (conosciuto comunemente con il marchio Vicodin) e l'ossicodone (OxyContin e Percocet), sono ormai tra i farmaci più comunemente usati in America e vengono assunti da molte più persone rispetto al passato.

Questi antidolorifici vengono definiti “oppioidi”, perché si tratta di vere e proprie droghe sintetiche che hanno effetti molto simili ai derivati dell’oppio. Fino a poco tempo fa gli antidolorifici oppioidi erano usati quasi esclusivamente negli ospedali, e riservati ai casi in cui l'enorme rischio di abuso e dipendenza era superato dalla gravità delle condizioni del paziente, oppure dalla probabilità che il paziente non vivesse abbastanza a lungo perché la dipendenza diventasse un problema.

I malati di cancro e coloro che soffrivano di malattie terminali erano destinatari usuali di questi farmaci. L'idrocodone e l'ossicodone derivano entrambi dalla codeina, che a sua volta è un derivato dell'oppio, il che significa che questi farmaci sono strettamente correlati alla morfina e al suo derivato dell'eroina. In passato, i medici non avrebbero mai pensato di prescrivere farmaci così potenti e simili alle droghe da strada se non nelle situazioni più estreme. Ora, tutto è cambiato.

Negli ultimi due decenni è diventato comune, per i medici di varie specialità, prescrivere antidolorifici quando un paziente lamenta mal di schiena, mal di testa, fibromialgia o altre condizioni comuni. Per i milioni di americani che soffrono di qualche forma di dolore cronico, si è aperta la porta a un sollievo immediato e potente, che però ha un pericoloso rovescio della medaglia.

Se è vero che l'uso di antidolorifici oppioidi può fare la differenza nella vita di un paziente, offrendogli una via di fuga dal dolore costante con cui dovrebbe convivere, è anche purtroppo tragicamente vero che in troppi casi il paziente ci rimane agganciato: ne diventa dipendente.

I consumatori di oppioidi hanno la tendenza a sviluppare tolleranza verso questi farmaci, il che significa che diventa necessario assumere quantità crescenti di farmaci per ottenere gli stessi effetti. Non solo: a volte i pazienti iniziano a prendere più pillole della prescrizione solo per “sballarsi”, o potrebbe persino iniziare a tritare le pillole per sniffarle. In entrambi i casi, il risultato è una dipendenza identica a quella delle droghe da strada, e più di 15.000 americani muoiono ogni anno per overdose di antidolorifici. L'overdose di farmaci da prescrizione ora uccide più persone negli USA rispetto agli incidenti stradali. Una vera e propria epidemia di tossicodipendenti da farmaci legali.

Le cose stanno finalmente cambiando e c'è un'ondata crescente di proteste pubbliche contro l'epidemia di abuso di antidolorifici. La protesta è diretta verso i medici che sono diventati fin troppo disposti a prescrivere questi farmaci pericolosi, ma non dovrebbero essere trascurati i produttori dei farmaci, molti dei quali sono ora sotto processo per la commercializzazione ingannevole dei loro farmaci.

Recentemente, l'American Academy of Neurologists ha pubblicamente preso posizione, dichiarandosi contraria alle pratiche correnti di prescrizione “facile” di farmaci antidolorifici oppioidi. Nel documento sostengono che i pazienti a cui vengono somministrati questi farmaci non necessariamente avranno miglioramenti nella loro vita quotidiana, in quanto rischiano di diventarne dipendenti, sperimentare gravi effetti collaterali o addirittura morire per overdose (sovradosaggio).

Inoltre, hanno chiesto ai medici di seguire più da vicino i loro pazienti, in modo da individuare la dipendenza prima che vada fuori controllo.

Un'altra vitale necessità, per arginare il fenomeno, è preparare le nuove generazioni in modo che conoscano gli effetti di questi farmaci, e che facciano di tutto per evitare di rimanerne schiavi.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
5
https://avalanches.com/it/florence__la_sobriet_non_promossa_pubblicamente_quanto_il_consumo_di_alcool_1907078_17_02_2022

La sobrietà non è promossa pubblicamente quanto il consumo di alcool o farmaci

La pubblicità di alcolici porta grandi guadagni ai produttori, ma potenzialmente causa incidenti, malattie e alcolismo. Perché non viene promossa la sobrietà con altrettanta efficacia?

Viene fatta molta pubblicità al consumo di alcol e di farmaci, in televisione e sulle riviste, ma non c'è una corrispondente quantità di pubblicità a favore della sobrietà. Tutti sanno che la sobrietà è una scelta possibile e sana, ma forse si potrebbero fare più sforzi per promuovere questo stile di vita.

Ci sono alcune celebrità che danno l'esempio non usando droghe e non bevendo. Alcuni di loro hanno avuto problemi con l'alcol o la droga prima di smettere, ma in altri casi è stata solo una scelta di vita sana. Probabilmente hanno visto altre persone che hanno avuto seri problemi, e hanno deciso che rimarranno sobri.

L'Huffington Post ha pubblicato un elenco di celebrità che non bevono. La loro lista include Bradley Cooper, Jennifer Hudson, Blake Lively, Russell Brand, Christina Ricci, Jennifer Lopez, Colin Farrell e altri. Inoltre, Matthew Perry è portavoce a favore della sobrietà in seguito alla sua guarigione dalla dipendenza. L'attrice Edie Falco interpreta un'infermiera dipendente dalle pillole in televisione, ma lei stessa è sobria da ormai 21 anni.

Ci sono molte persone che scelgono di essere sobrie perché possono godersi la vita e la famiglia, per non parlare delle carriere lavorative che così vanno meglio.

Si parla molto in televisione e su Internet contro l'uso di questa o quell'altra droga, sui problemi legati alle morti per overdose o hai danni alla salute dovuti all'uso di droghe. Ci sono migliaia di volumi scritti su questi argomenti.

Ma parallelamente a tutto ciò, pochi parlano dei vantaggi di una vita semplice e sobria. Quando siamo sobri, siamo noi stessi. Quando siamo sobri siamo più capaci di fare il nostro lavoro al meglio, di ottenere un’istruzione, di essere un buon genitore, fratello, sorella, amico o professionista. Viceversa, non facciamo mai del nostro meglio quando siamo sotto l’effetto di alcool, droghe o se abbiamo abusato di farmaci.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
12
https://avalanches.com/it/florence__la_marijuana_pu_favorire_gravi_malformazioni_del_cervello_alla_nasci1907077_17_02_2022

La marijuana può favorire gravi malformazioni del cervello alla nascita

Negli USA, lo Stato di Washington indaga sull'aumento dell’incidenza di un grave difetto congenito, l’anencefalia, che pare associato all'uso di marijuana durante la gravidanza.

I media hanno riferito dell'aumento dell’incidenza di un difetto alla nascita particolarmente grave, che si è manifestato negli USA e in particolare nello Stato di Washington: l'anencefalia. Si tratta di bambini nati senza cervello o con solo una parte di cervello. In quasi tutti i casi, il bambino muore entro poche ore o nasce morto.

Gli ospedali hanno notato l'aumento delle nascite con anencefalia e l'hanno segnalato ai funzionari statali. I genitori che hanno avuto bambini nati con questo difetto sono stati interrogati, ma i medici non hanno ancora trovato un denominatore comune per questi eventi.

Ci si chiede se i medici inquirenti abbiano letto la ricerca scientifica che collega a questo difetto di nascita l'uso di marijuana ad alta potenza durante la prima gravidanza. Secondo uno studio del 2012, l'uso di marijuana potente durante l'inizio della gravidanza aumenta le probabilità di anencefalia. Se è vero che fumare o ingerire marijuana è un fattore di rischio che causa questo aumento, si tratta di qualcosa che i giovani e soprattutto le giovani donne di tutto il mondo devono sapere.

Secondo i ricercatori, gli effetti dannosi delle sostanze chimiche nella marijuana si possono verificare già due settimane dopo il concepimento: il problema è che molte donne non sono a conoscenza di essere incinte così presto. L'unica sicurezza sarebbe evitare completamente l'uso di marijuana quando una donna ha un'età in cui può avere figli ed è sessualmente attiva.

Nello stato di Washington la marijuana per uso medico è stata legalizzata nel 1998, mentre la marijuana per uso ricreativo è stata legalizzata nel 2012. Dopodiché, secondo il sito web Business Insider, "il numero delle farmacie autorizzate a vendere marijuana è esploso". L'aumento dei casi di anencefalia è stato notato proprio tra gennaio 2010 e gennaio 2013.

Si spera che la scienza fornisca rapidamente ulteriori informazioni su questo punto. Se c'è una connessione, il pubblico ha urgente bisogno di sapere come prevenire questo grave difetto alla nascita.

È anche vitale che i giovani siano a conoscenza di tutti gli effetti negativi che le droghe hanno sul loro corpo e sulla loro mente, oltre che sul corpo dei loro futuri figli. Per fare questo va programmata una capillare informazione a livello scolastico, in modo che le nuove generazioni siamo completamente informate su ciò a cui vanno incontro se decideranno di abusare di droga, come ad esempio la marijuana.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
7
https://avalanches.com/it/florence__lo_studio_del_kings_college_di_londra_sulla_marijuana_la_marijuana_1906312_04_02_2022

Lo studio del King's College di Londra sulla marijuana

La marijuana è una droga controversa, c’è chi la considera una panacea a chi un veleno. Uno studio inglese durato ben 20 anni mette in chiaro alcuni punti fondamentali.

Si dibatte molto sulla legalizzazione della marijuana per uso medico o ricreativo, e può essere molto difficile decifrare la verità su questa droga. Quelli a favore della sua diffusione ne descrivono la natura innocua e persino terapeutica. I contrari raccontano una storia diversa. Un nuovo studio dal Regno Unito getta nuova luce sui danni che derivano dall'uso di questa sostanza tossica.

Lo studio è stato pubblicato dal Dr. Wayne Hall del King's College di Londra, che ha condotto questa ricerca per un periodo di vent'anni. Riferisce che questa droga crea dipendenza e che un adolescente su sei che fuma regolarmente questa droga ne diventa dipendente.

Lo studio riporta inoltre che:

· Chi fa uso di marijuana ha un rischio doppio di sviluppare un disturbo psicotico

· I risultati scolastici peggiorano

· Gli adolescenti che fanno uso del farmaco vanno incontro a disturbi cognitivi

· Un guidatore che ha fumato marijuana ha un rischio doppio di fare un incidente

· Tale rischio aumenta notevolmente se vengono utilizzati sia marijuana che alcool

· Fumare marijuana durante la gravidanza riduce il peso del bambino alla nascita

Quando una persona è dipendente dalla marijuana, deve lottare contro i sintomi delle crisi di astinenza. Solo la metà di chi si sottopone a disintossicazione rimane sobria per i sei mesi successivi.

La marijuana crea dipendenza e danni, quindi sembrerebbe logico concentrarsi sull'impedire ai nostri giovani di iniziare a usarla.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
7
https://avalanches.com/it/florence__dalle_pillole_prescritte_alleroina_il_caso_di_seattle_i_farmaci_ant1906311_04_02_2022

Il legame tra la droga e la violenza sulle donne

Gran parte delle violenze domestiche sono commesse da chi abusa di alcool o di altre droghe, ma è anche vero che chi le subisce si rifugia a sua volta nell’alcool e nella droga.

Una ricerca pubblicata di recente dall'Università del Michigan ha rivelato un fatto allarmante: 1 uomo su 5 negli Stati Uniti ammette di essere stato violento nei confronti della sua compagna in qualche occasione. Lo studio è stato condotto su un campione di popolazione rappresentativo della nazione nel suo insieme, puntando i riflettori su un aspetto inquietante delle relazioni domestiche nella società americana. È stato pubblicato sul Journal of the American Board of Family Medicine, che ha raccolto le risposte a un sondaggio fatto a circa 10.000 persone a livello nazionale.

I dati di questo sondaggio sono stati particolarmente preziosi per i ricercatori dell'Università del Michigan, perché le domande includevano dettagli sulla violenza domestica e sulle caratteristiche dagli uomini che avevano perpetrato questo abuso. Uno degli obiettivi principali dello studio, oltre a misurare la frequenza della violenza domestica, era quello di accertare quali fattori avessero in comune gli autori degli abusi, nel tentativo di migliorare la capacità di individuare e prevenire abusi e violenze. È inoltre scoperto che l'abuso di sostanze è un importante fattore comune tra la maggior parte degli autori di violenza domestica.

Era tuttavia già noto che l'abuso di sostanze fosse un fattore importante nelle situazioni di abuso domestico. Ad esempio, un rapporto del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti aveva rilevato che il 61% delle persone arrestate per violenza domestica soffre di un qualche tipo di disturbo da abuso di sostanze. Inoltre, il 50% degli omicidi domestici sono perpetrati da persone che stavano bevendo alcolici al momento dell'omicidio.

Non solo l'abuso di sostanze rende più probabile che una persona commetta qualche tipo di abuso domestico, ma coloro che subiscono violenza domestica sono anche più inclini a iniziare a bere o a usare droghe per tollerare i traumi che hanno subito. In molti casi, entrambe le parti bevono troppo o fanno uso di droghe, intrappolando la coppia in un circolo vizioso di abusi.

La violenza domestica e l'abuso di sostanze si alimentano a vicenda e si perpetuano. Qualunque delle due situazioni sia nata per prima, succede che chi commette abusi domestici si rivolge spesso a droghe o alcol per sfuggire alla vergogna e al rimpianto che prova per quello che ha fatto. Quindi, il fatto di essere ubriaco rende più probabile che la persona subisca ulteriori abusi e offre una scusa per spiegare perché non si è effettivamente responsabili della situazione.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
9
https://avalanches.com/it/florence__dalle_pillole_prescritte_alleroina_il_caso_di_seattle_i_farmaci_ant1906310_04_02_2022

Dalle pillole prescritte all'eroina, il caso di Seattle

I farmaci antidolorifici sono vere e proprie droghe che, se non assunte dietro prescrizione e controllo medico, possono essere molto pericolose e addirittura facilitare un passaggio verso la mortale eroina.

I farmaci sono medicine che guariscono, la droga è un veleno che uccide. Questa è una semplificazione che può, in alcuni specifici casi, trarre in inganno. Il punto è che esistono dei farmaci che, a causa della loro composizione chimica, sono delle droghe in tutto e per tutto. Questi farmaci vanno assunti solo ed esclusivamente dietro prescrizione e controllo medico dato che, come tutte le droghe, creano dipendenza, danno assuefazione, intossicano e in caso si esageri possono causare overdose e morte.

Uno dei problemi legato a tali farmaci è che alcune persone ne diventano dipendenti e, quando il medico smette di prescriverli, vanno in strada a cercare un alternativa.

A Seattle, una delle maggiori città USA, si è manifestato un fenomeno preoccupante che illustra la migrazione dall'abuso di farmaci antidolorifici all' eroina, con risultati mortali. Questa è una tragica tendenza che si è verificata quasi ovunque negli Stati Uniti, un’altra zona molto colpita è nel nord-est, gli stati del New England.

Succede che giovani insospettabili muoiono per overdose di eroina, con totale stupore e shock delle loro famiglie. Si tratta di ragazzi che in casa hanno abusato di antidolorifici, magari rubandoli dall’armadietto del bagno, e che poi sono passati all’eroina per cercare uno sballo più forte. La potenza dell'eroina è così variabile che una dose un po’ diversa dalle altre potrebbe coglierli completamente alla sprovvista e porre fine alle loro possibilità di guarigione, felicità o successo nella vita, per sempre.

L’aumento delle morti per eroina è iniziato nel 2010. Quello è l'anno in cui il primo antidolorifico da prescrizione è stato convertito in una formula resistente alle manomissioni, per rendere il suo abuso molto difficile, si trattava dell’OxyContin. Non appena questa pillola è cambiata, i tossicodipendenti hanno immediatamente iniziato a migrare verso l'eroina.

Un altro cambiamento fu che molti stati cambiarono le proprie leggi in modo da mettere dei paletti alle “fabbriche di pillole”, cliniche senza scrupoli per la gestione del dolore che esistevano solo per dispensare pillole e fare milioni di dollari. Man mano che le pillole diventavano più difficili da acquistare, sempre più persone migrarono verso l'eroina più facile da ottenere e più economica.

Questi cambiamenti non sono stati ignorati da spacciatori e cartelli della droga. Seguono queste tendenze e adattano di conseguenza le loro operazioni commerciali.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
3
https://avalanches.com/it/florence__in_quasi_il_40_degli_incidenti_aerei_mortali_il_pilota_aveva_assunto1906250_03_02_2022

In quasi il 40% degli incidenti aerei mortali il pilota aveva assunto droghe

Molti farmaci considerati innocui sono in realtà droghe, e possono indurre sonnolenza o annebbiare i sensi. Un indagine negli USA ha rilevato che alcuni piloti di aerei usano abitualmente questi farmaci o altre droghe illegali.

Il “National Transportation Safety Board” degli USA ha appena terminato uno studio sui piloti rimasti morti in incidenti aerei, per determinare quanti avevano usato droghe.

I risultati mostrano che la percentuale di piloti statunitensi morti dopo aver usato uno o più droghe è salita da meno del 10% nel 1990 al 39% nel 2012. Si è anche scoperto che molti piloti avevano più di una droga nei loro corpi.

La droga più comune è risultata un farmaco legale, un antistaminico che viene utilizzato come sedativo o coadiuvante del sonno. Il numero di piloti che avevano usato illecite è piccolo, ma il numero che usava marijuana (che è ancora una droga illecita nella maggior parte degli stati USA) è aumentato, soprattutto negli ultimi dieci anni. Il quattro per cento dei piloti uccisi negli incidenti faceva uso di droghe illecite.

Questo studio non fornisce direttamente informazioni sull’uso di droghe illecite negli Stati Uniti, ma fa riflettere sulla tendenza degli americani a usare droghe e guidare mezzi di trasporto da cui dipende la vita loro e quella di altre persone.

Un fattore che ha contribuito a questo aumento potrebbe essere la pubblicità dei farmaci in TV. Dopo che fu proibito fare pubblicità al tabacco, nel 1997 divenne legale per le aziende farmaceutiche pubblicizzare i propri prodotti. E, guarda caso, il numero di prescrizioni pro capite negli USA iniziò a salire.

Tornando allo studio in questione, il 90% dei piloti testati erano di "aviazione generale", il che significa che non stavano operando voli commerciali.

Nelle nostre attività quotidiane, la massima sicurezza è determinata dall'assenza di droghe. Dall'educazione dei figli alla guida di un'auto al pilotare un aereo, la sobrietà è la migliore garanzia di una vita sicura e piacevole.

“Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga, l’alcool e l’abuso di farmaci non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono anche nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

Per maggiori informazioni, www.noalladroga.it

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

Show more
0
7